Progetti - L'ESPERIENZA DEI TIROCINI FORMATIVI

26/08/2014

Premessa

L’esperienza maturata in questi anni ci ha fatto comprendere l’importanza di investire nelle risorse di ognuno per promuovere percorsi veri di autonomia  e andare oltre la malattia, oltre il pregiudizio, oltre le resistenze al cambiamento. Ostinatamente si è cercato di superare le numerose difficoltà con la continua ricerca di soluzioni “individuali” ai problemi, cercando di attingere proprio da quelle parti non ancora intaccate dagli effetti devastanti della malattia mentale.

Il progetto, pur mantenendo una sua struttura ben definita nella sua parte più metodologica, ha subito diverse trasformazioni che lo hanno reso sempre attuale e aderente  ai bisogni delle persone coinvolte. E questo è stato possibile (e lo sarà anche in futuro) grazie all’attenzione che ogni anno viene riposta nella valutazione degli esiti, caratterizzata non solo da elementi quali-quantitativi, ma soprattutto leggendo e ascoltando il giudizio dei diretti interessati attraverso sistemi di monitoraggio standardizzati e autobiografici.

Per quanto ci riguarda, questa attività basata sul lavoro (“ma lavoro non è” come diciamo sempre) ci permette di mettere in relazione il mondo interno degli utenti con quello esterno delle regole, di sperimentare attraverso canali  più informali nuove forme di interventi riabilitativi, di restituire una certa dose di autostima e di combattere (scusate il termine forte) uno dei nemici storici della psichiatria, il pregiudizio.

Quando si è trattato di riflettere sulle risorse a disposizione, ci siamo resi conto che avremmo avuto grosse difficoltà su quelle economiche, legislative e organizzative; il nostro punto di partenza però è stata la persona ed il suo diritto ad un ruolo sociale diverso da quello del malato mentale incapace a svolgere qualsiasi cosa, semplice o complessa che sia.

Questo progetto nato in forma sperimentale nel 2008, è cresciuto negli anni fino a diventare ormai un appuntamento fisso e molto atteso non solo dagli utenti ma anche dai Servizi, chiamati a fornire il loro contributo in maniera attiva e propositiva. L’auspicio è che per il futuro questa collaborazione possa sempre più diventare elemento di garanzia del buon esito del progetto e che possa servire a stimolare nuove forme di integrazione e buone prassi, nel rispetto delle proprie responsabilità e delle proprie funzioni.

ATTIVITA’ in primo piano

5x1000
Anthropos
INFO Via Agostino Gioia, 117 - 70054 Giovinazzo (BA) - Tel/fax 080 3947818
eMail info@anthroposonline.it - PEC anthropos-ba@legalmail.it
Copyright 2014 - P.IVA 03469180727
xhtml - css
Informativa utilizzo cookie
artemedia.it